top

Visioni per il futuro

Una documentazione di Sabine Lingenauber

Ricostruzione della storia delle donne del Reggio Emilia Approach (1943–1973)

 

Dal 1943 al 1973, a Reggio Emilia, centinaia di donne partigiane, attiviste e politiche hanno lottato per gli asili nido e le scuole dell’infanzia, al fianco di cittadine e cittadini. Si trattava di un gruppo di donne impegnate, appartenenti a diverse generazioni e unite fra loro da valori, obiettivi e amicizie comuni. Alcune delle protagoniste hanno continuato la lotta come assessori comunali, provinciali e regionali o come deputate del parlamento nazionale. In questo modo hanno portato avanti il lavoro dei “Gruppi di Difesa della Donna” (GDD) e dell’“Unione Donne Italiane” (UDI). Queste donne hanno tradotto i loro valori in decisioni e azioni, permettendo così la costituzione e la diffusione dei nidi e delle scuole dell’infanzia a Reggio Emilia:
Ione Bartoli, Eletta Bertani, Giacomina Castagnetti, Loretta Giaroni, Lidia Greci, Marta Lusuardi, Carla Nironi.

 

Resistenza

Prima manifestazione delle donne “Gruppi di Difesa della Donna” (GDD) l’8 marzo 1944. I GDD furono fondati nel novembre 1943 a Milano. 70.000 donne italiane lottarono come membri dei GDD per la liberazione d’Italia dalle forze armate tedesche.

Relazioni

Prima Assessora ai Servizi Sociali Ione Bartoli (*1930) nella Giunta Regionale dell’Emilia Romagna, 2a seduta della 1a legislatura 1970–1975.

Movimenti

Donne e bambini chiedono nidi comunali al parlamento. Invito ad una manifestazione nazionale dell’Unione Donne Italiane (UDI), 31 marzo 1971, Roma.

(*1930)

 

TIPOLOGIA DELL’ASILO NIDO

 

Intervista

(*1929)

 

BATTAGLIE IN CONSIGLIO COMUNALE

 

Intervista

(*1927)

 

ASSEMBLEE

 

Intervista